domenica 21 ottobre 2018  
Ricerca
  
Photothأ¨que Sahara
Elhaule
carte
Musique El Haule

 Notizie

Riunito in seduta plenaria mercoledì a Strasburgo, il Parlamento europeo ha adottato la relazione annuale 2016 sui diritti dell'uomo e la democrazia nel mondo e la politica dell'Unione europea in materia. Un documento favorevole al Marocco ed alla sua integrità territoriale, che è stato approvato in presenza dei membri della Commissione parlamentare Marocco-unione mista europea e suo presidente Abderrahim Atmoun.


Composto di due aspetti, questa relazione, che declina gli sforzi fatti dall'Unione europea (UE) a favore dei diritti dell'uomo nel 2016 e che contiene due grandi parti, è stato votato da 443 voti a favore, 84 voti contro, e 95 astensioni.
 
La prima parte, tematica, si dedica all'approccio in materia di diritti dell'uomo adottato in situazione di conflitto e di crisi, sulle principali sfide in materia di diritti dell'uomo e sulla questione dei diritti dell'uomo nelle politiche estere dell'UE.
 
La seconda parte, geografica, si mette a fuoco sulle azioni condotte dall'UE nei paesi terzi, che descrivono la situazione dei diritti dell'uomo nel mondo.
 
Dal 2014, la scelta di un passo tematico nella realizzazione di questa relazione ha permesso una valutazione più giusta della situazione dei diritti dell'uomo nel mondo da parte del Parlamento europeo; una proiezione per la quale ha opera la commissione parlamentare Ue mista presieduta da Abderrahim Atmoun.
 
La relazione approvata mercoledì dà la precedenza ai diritti delle minoranze, delle donne e dei bambini. Si iscrive nella continuità di quello realizzato dal relatore Pier Antonio Panzeri, presidente della commissione per i diritti dell'uomo nell'ambito del Parlamento europeo, la cui metodologia si sostiene su un approccio tematico che si vuole più precisa e pertinente che la sola base geografica.
 
In una dichiarazione dal Parlamento europeo a Strasburgo, il sig. Atmoun si è rallegrato per l'adozione di questo passo più efficiente, sottolineando che questa nuova relazione mette di nuovo in fallimento le manovre delle parti che strumentalizzino la questione dell'integrità territoriale.
 
Il testo adottato mette infatti un termine a qualsiasi tentativo d'introduzione di emendamenti ostili ai diritti del Marocco sul Sahara.

Per il sig. Atmoun, ciò costituisce un inverso di più per gli avversari dell'integrità territoriale del regno. Il presidente della commissione parlamentare Ue mista ha anche sottolineato la portata del lavoro realizzato dai membri di questa commissione e l'importanza del loro impegno nell'ambito delle istanze europee, che confermano il successo della diplomazia parlamentare condotta dal regno.
 
Essendo l'obiettivo di consolidare le relazioni con l'Unione europea, in particolare attraverso i binomi maroco-europeo predisposti da 6 anni dalla commissione parlamentare mista, e che si dedica in modo regolare alle questioni prioritarie della difesa dei diritti dell'uomo, la gioventù, la sicurezza, la lotta contro il terrorismo e la promozione di una cooperazione triangolare Marocco-Ue-Africa.
 

- Notizia riguardo alla questione del Sahara Occidentale/Corcas-

 

   
  
 
 

 
Home page   |  Storia del Sahara  |  Geografia  |  Patrimonio Hassani  |  Affari Sociali  |  Economia  |  Infrastrutture Istituzioni  |  Contatti
 
  Copyright © CORCAS 2018 - Tutti i diritti sono riservati